HOME/AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE/REGOLAMENTI/REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA MEDICA STATALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA MEDICA STATALE

(ai sensi del D.P.R. 5 LUGLIO 1995, n. 417
Regolamento recante norme per le biblioteche pubbliche statali)


1. Funzioni della Biblioteca

1. La Biblioteca Medica Statale è una biblioteca specializzata in campo medico-chirurgico e nelle scienze correlate. Con i suoi fondi documenta la ricerca italiana e straniera fornendo ausili bibliografici necessari agli studiosi, ai ricercatori, ai docenti e agli studenti. In particolare documenta la letteratura periodica specializzata italiana e straniera acquisendo testi e/o banche dati di rilevante importanza per lo studio e la ricerca in ambito medico-chirurgico.

2. Calendario e orario di apertura

1.  La Biblioteca Medica Statale è aperta nei giorni considerati feriali dal calendario italiano. L’orario al pubblico è articolato come segue: 

  • LUNEDI, MARTEDI e GIOVEDI dalle 8,30 alle 17,30; 
  • MERCOLEDI, VENERDI dalle 8,30 alle 14,00. 

La distribuzione dei libri cessa 30 minuti prima dell’orario di chiusura.
Per consentire le operazioni di chiusura, gli utenti sono invitati a uscire 10 minuti prima dell’orario di chiusura della biblioteca.

2. I servizi effettuati a pagamento secondo il successivo art. 3 hanno un orario, in coerenza con le aperture al pubblico.

3. La biblioteca è chiusa al pubblico nei giorni di Sabato e Domenica e nei seguenti giorni festivi:

  • 1, 6 Gennaio
  • Lunedì di Pasqua
  • 25 Aprile
  • 1 Maggio
  • 2, 29 Giugno
  • 1 Novembre
  • 8, 25 e 26 Dicembre   

Inoltre è chiusa la seconda e terza settimana del mese di Agosto.

3. Accesso alla Biblioteca

1. Può accedere alla Biblioteca qualunque cittadino italiano o straniero che abbia compiuto i 16 anni di età e sia in possesso di valido documento di identità.

2. Per l’accesso è necessario il riconoscimento dell’utente all’interno della Biblioteca, che si effettua inserendo la tessera della Biblioteca nazionale centrale di Roma nell’apposito rilevatore di presenza situato all’ingresso della sala della Biblioteca medica statale.

4. Servizi offerti dalla Biblioteca

1. La Biblioteca medica statale offre i seguenti servizi: consultazione, prestito locale, prestito interbibliotecario, informazioni bibliografiche, ricerche bibliografiche, consultazione di basi dati on-line, riproduzioni, lettura in sede di testi propri da autorizzare per eccezioni su motivata richiesta (da presentare al servizio di accoglienza della Biblioteca nazionale centrale di Roma), utilizzo di device personali.

2. I servizi consultazione, prestito locale (escluso l’eventuale invio a domicilio del materiale bibliografico), informazioni bibliografiche e consultazione di basi dati on-line sono gratuiti. Gli altri servizi sono a pagamento a seconda della loro tipologia e nel rispetto della normativa vigente. L’utente ha in ogni caso il diritto di accedere ai vari servizi secondo le modalità e i tariffari in uso al momento della presentazione della richiesta, consultabili nella sezione servizidel sito istituzionale.

3. Per semplificare le procedure di accesso al materiale bibliografico ed informare in tempo reale l’utente sullo stato delle proprie richieste, la Biblioteca medica statale ha adottato il sistema informatico ermesErmes si attiva mediante la tessera personale, ovvero quella rilasciata dalla Biblioteca nazionale centrale di Roma, presso la cui sede la Biblioteca medica statale è stata trasferita.  La tessera deve essere  nuovamente inserita dall’uente nel rilevatore di presenza del tornello situato in prossimità dell’entrata della sala della Biblioteca medica statale, così viene riconosciuto dallo specifico sistema ermes: questo permettedi formulare direttamente le richieste di consultazione, prestito e/o riproduzioni, utilizzando i terminali in sede oppure mediante device dell’utente. L’abilitazione della tessera per l’utilizzo dei servizi della biblioteca ha durata annuale ed è rinnovabile rivolgendosi al personale di sala.

5. Lettura

1. Il materiale documentario non avente carattere di rarità o di pregio situato in sala consultazione è a presa libera degli utenti. Il materiale conservato nei magazzini è disponibile su richiesta da effettuare utilizzando il sistema ermes, dai propri device e/o dalle postazioni pc presenti in sala lettura, appositamente riservate a tale scopo. Le richieste ricevute entro le ore 13.00 di ogni giorno verranno evase entro il giorno stesso. Le richieste ricevute dopo le ore 13.00 verranno evase entro le 9.00 del giorno lavorativo successivo al loro invio. Possono essere dati in lettura fino a tre opere monografiche per un massimo di cinque volumi, e non oltre cinque unità di materiale periodico.

2. Il materiale documentario avente carattere di rarità o di pregio viene consultato nella sala riservata sotto la sorveglianza di un assistente. La consultazione è limitata ad un documento per volta, salvo motivate esigenze di studio. L’utente è tenuto a compilare gli appositi moduli di richiesta e a firmare il registro del movimento all’atto della riconsegna del documento medesimo. Qualora la Biblioteca disponga di una riproduzione del documento richiesto in lettura, verrà data in lettura quest’ultima a meno che l’utente non dimostri la reale necessità di servirsi dell’originale.

3. La Biblioteca offre il servizio di prenotazione delle richieste di lettura anche via internet, accedendo ai servizi on-linedal sito istituzionale della Biblioteca.

4. Il materiale ricevuto in lettura, monografico e periodico, può essere tenuto in deposito fino a 7 giorni successivi alla richiesta, o per periodi più lunghi in caso di materiale prelevato dal magazzino esterno.

5. La lettura del materiale documentario collocato nel magazzino esterno si effettua nei giorni e secondo i modi previsti dal sistema ermes: le richieste ricevute entro le ore 13.00 del lunedi verranno evase entro il mercoledì seguente. Le richieste ricevute oltre le ore 13.00 del lunedi verranno evase entro il mercoledì della settimana successiva.

6. Prestito

1. Il servizio del prestito si svolge nelle ore di apertura della Biblioteca al pubblico, terminando mezz’ora prima dell’orario di chiusura giornaliero, per quanto riguarda il materiale presente in sala; mentre termina un’ora prima dell’orario di chiusura antimeridiano, per quanto concerne il materiale collocato nei magazzini: le richieste ricevute entro le ore 13.00 di ogni giorno verranno evase entro il giorno stesso. Le richieste ricevute dopo le ore 13.00 verranno evase entro le 9.00 del giorno lavorativo successivo al loro invio.   Il servizio si articola in prestito locale e prestito interbibliotecario, sia nazionale sia internazionale.

2. Il prestito del materiale documentario collocato nel magazzino esterno si effettua nei giorni e secondo i modi previsti dal sistema ermes: le richieste ricevute entro le ore 13.00 del lunedi verranno evase entro il mercoledì seguente. Le richieste ricevute oltre le ore 13.00 del lunedi verranno evase entro il mercoledì della settimana successiva

3. La Biblioteca offre il servizio di prenotazione delle richieste di prestito anche via internet, accedendo ai servizi on-linedal sito istituzionale della Biblioteca.

4. E’ di regola escluso dal prestito in originale il materiale sottoposto a vincoli giuridici, soggetto a particolari tecniche di protezione, in precario stato di conservazione, periodico, miscellaneo legato in volume e di consultazione generale.

5. Si può ricevere in prestito fino a due opere alla volta per un massimo di quattro volumi. La durata del prestito è di un mese, rinnovabile una sola volta, ma per testi particolarmente richiesti può essere prevista una durata inferiore.

6. Hanno diritto al prestito locale i soggetti di età superiore ai 16 anni residenti nella regione Lazio. I cittadini italiani non residenti nel Lazio, i cittadini della Città del Vaticano, della Repubblica di San Marino e dei paesi comunitari saranno ammessi al prestito se in grado di documentare le proprie necessità di studio e di ricerca e il domicilio, anche se temporaneo, nella regione; i cittadini dei paesi extracomunitari dovranno inoltre esibire il certificato di soggiorno e la presentazione di un’autorità diplomatica o di un’istituzione culturale o scientifica.

7. L’utente è tenuto a comunicare eventuali cambi di residenza e non può prestare ad altri le opere ricevute in prestito.

8. Nel caso in cui venga richiesto in prestito materiale depositato presso il magazzino esterno l’utente ha facoltà di richiederne l’inoltro al proprio domicilio, secondo le modalità e le tariffe previste per i servizi a pagamento. In ogni caso la restituzione di detto materiale alla scadenza stabilita deve avvenire in Biblioteca.

9. Gli utenti in ritardo nella restituzione delle opere o che le restituiscano danneggiate sono soggetti alle sanzioni previste dall’art. 58 del D.P.R. 417/1995. 

10. I dati personali degli utenti del servizio di prestito sono riservati. Il loro trattamento avviene nei limiti dei fini istituzionali o di disposizioni di legge ed esclusivamente da parte del personale incaricato del servizio.

7. Prestito interbibliotecario

1. Il prestito interbibliotecario, finalizzato al reperimento di materiale documentario pertinente alla specializzazione della Biblioteca, è svolto anche con le procedure automatizzate del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN).

2. Il prestito interbibliotecario internazionale si effettua con gli Istituti stranieri concedenti la reciprocità.

3. Le spese relative al prestito interbibliotecario, nazionale e internazionale, sono a carico dell’utente.

8. Riproduzioni

1. E’ possibile riprodurre per uso personale di studio le opere possedute dalla Biblioteca nel rispetto delle normative vigenti sul diritto d’autore, purché lo stato di conservazione dell’opera lo consenta. Le spese sono a carico dell’utente. Il centro fotocopie è messo a disposizione dalla Biblioteca nazionale centrale di Roma, presso la cui sede l’Istituto è ubicato.

2. Il servizio, affidato ad una società esterna gestita dalla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, all’interno della quale la Biblioteca Medica Statale ha sede, svolge il seguente orario: 

  • 9.00 – 17.00  Lunedì – Venerdì
  • 9.00 – 13.00  Sabato

3. Le richieste di riproduzione per conto dell’utente possono essere effettuate in tutte le biblioteche ad eccezione della città di Roma, salvo i portatori di handicap. L’utente ne sopporterà le spese.

4. Le riproduzioni possono essere inviate al domicilio dell’utente secondo le modalità previste per i servizi a pagamento.

5. In attuazione della L. 124/2017, è possibile effettuare riproduzioni con mezzi propri nel rispetto della vigente legislazione sul diritto d’autore e di quanto previsto dall’art. 108 del Codice dei beni culturali e del paesaggio. L’utente interssato a tale servizio dovrà farne richiesta compilando l’apposito modulo messo a disposizione presso il banco della distribuzione.

9. Informazioni e ricerche bibliografiche

1. La Biblioteca garantisce un servizio di orientamento ai servizi, di informazioni e di ricerche bibliografiche.

2. Il personale della Biblioteca, nell’ambito delle rispettive competenze, è tenuto a fornire agli utenti informazioni esaurienti avvalendosi anche degli strumenti di ricerca all’uopo predisposti. In particolare, ha il dovere di informare preventivamente l’utente di ogni servizio che si effettua a pagamento.

3. Il personale della sala di lettura provvede, nell’ambito delle rispettive competenze, a orientare l’utente all’uso dei cataloghi elettronici. L’accesso a strumenti elettronici di consultazione e ricerca è regolamentato al fine di consentirne la più ampia utilizzazione. In sala consultazione sono disponibli pc appositamente riservati alla ricerca bibliografica su basi dati on-line.

4. Presso il banco della distribuzione è messo a disposizione degli utenti un registro delle proposte d’acquisto, delle segnalazioni e dei suggerimenti. Analogamente, sul sito web è presente un modulo.

5. Le ricerche bibliografiche vengono eseguite, a richiesta, su tutti i repertori disponibili, anche in formato elettronico. Le spese sostenute per la preparazione, l’esecuzione e la riproduzione in formato cartaceo e/o elettronico sono a carico del richiedente, secondo le modalità previste dalla normativa vigente.

10. Diritti e doveri degli utenti

1. L’accesso ai locali della Biblioteca è consentito esclusivamente per motivi di studio, di ricerca e di informazione nelle materie specifiche. Qualsiasi altro uso incompatibile con quelli predetti costituisce infrazione alle norme di accesso ed è sanzionabile con l’allontanamento della persona responsabile.

2. All’ingresso della Biblioteca nazionale centrale di Roma gli utenti sono tenuti a depositare borse, cartelle e qualsivoglia bagaglio atto a contenere libri; non si risponde di quanto contenuto nei medesimi.

3. Gli utenti sono tenuti a osservare, nell’abbigliamento e nel comportamento, le regole del vivere civile. Comportamenti di disturbo potranno determinare l’allontanamento dai locali della Biblioteca.

4. E’ vietato fare segni di qualsiasi tipo, anche a fini di correzione, sulle opere possedute dalla Biblioteca, danneggiare in qualsiasi modo libri e suppellettili, fare un uso improprio dei locali e delle strutture e accedere agli uffici senza autorizzazione.

5. E’ vietato portare fuori dai locali della Biblioteca medica statale i libri presi in consultazione.

6. Il personale in sala ha il dovere di essere identificabile; l’utente ha il diritto di di ricevere l’assistenza dal personale qualificato per quanto riguarda l’assistenza nelle ricerche in sala e per le informazioni bibliografiche.

11. Apertura e chiusura della Biblioteca

1. La Biblioteca medica statale è stata trasferita presso il complesso di viale Castro Pretorio 105, ove ha sede la Biblioteca nazionale centrale di Roma. La sala di lettura, parte degli uffici destinati al personale e la sala del materiale raro e di pregio sono collocate dopo l’area di accoglienza della Bncr. Gli ulteriori uffici, compresa la Direzione, sono situati al secondo piano; mentre i magazzini delle monografie e dei periodici sono situati al piano -1.

2. Le operazioni di apertura e chiusura della Biblioteca sono svolte dal personale destinato secondo operazioni coordinate e complementari.

 

Data ultima revisione 15/02/2018